Di te il desiderio

Di te il desiderio

Lasciami custodire le tue labbra;

fammi invecchiare disegnando solchi nella tua pelle;

dammi la possibilità di dare tutto l’impeto d’amore

graffiando le tue pareti.

Gioia che genera felicità,

dove il pianto bagna

e umidifica la tua seta,

dove in ogni istante

tutto può accadere

bramo la tua presenza.

Mi perdo ad ammirare la tua bellezza mistica,

dissolvo i sensi nell’aria che respiri attraversandola,

nuda e dritta come un’orizzonte in smarrimento

ho voglia di te per rinascere ancora,

ti regalo la mia eterna vaghezza dei sogni,

naufraghi di questa appartenenza…

Testo: Claudio Ventodeldeserto Carnevali

Foto: Google

Dolce infernale

Dolce infernale

Ti vesti di mutua attrazione

estraneo profumo carnale,

di giochi che imperversano come venti che piegano grano all’orizzonte

tempeste di sguardi,

desiderio di vestirmi della tua anima,

tenerti carezze nel profondo.

Disegnare il calore,

dipingere le tue labbra della rosa aperta al destino,

gli occhi che non possono sfuggire a questi imminenti graffi fatali,

vorrei che tu fossi diamante nelle mie braccia.

In questi labirinti le parole non servono,

capirai il mio impeto dalla appartenenza gioiosa mai relativa.

Donna voluttuosa sempre in movimento

mi tormenti gli attimi, calpesti i momenti, cuore in affanno,

Vorrei premere con dolce veemenza quelle colline,

prendere e battere le curve del tuo essere

talmente ordinaria da mozzare il fiato,

penetrare per essere poi liberi d’amare.

Quel giorno non passerà mai neanche se finiremo noi.

Testo: Claudio Ventodeldeserto Carnevali

Foto: Google

Rossi misteri

Rossi misteriIntro:

A volte il compito di un autore poetico letterario non si dovrebbe ridurre a comporre dei versi da allineare poi in poesia, racconti o romanzi, ma di andare oltre e re-inventarsi.Ovvero porre o tentar di porre delle innovazioni del tipo che quando ci sono dei bellissimi testi in lingua straniera questi vengano adattati il meglio possibile senza stravolgere il testo madre. E così mi sono divertito a restaurare senza fare rivoluzioni il testo che segue. Dei bellissimi versi in lingua spagnola scritti da Graciela Bielsa che parla di amore e passione, un genere a me caro e per questo importante a tal punto che qualsiasi cosa potrebbe prestarsi a un gioco rischiosissimo di abbattimento letterario delle parole. Io ho provato a cercare di fare meno danni e spero che sia i lettori che l’autrice originale della poesia apprezzino. Detto questo auguro una serena e felice lettura a tutti.

Claudio Ventodeldeserto Carnevali

***************************************

Sono la tua misteriosa dama rossa

Oh amore mio quanta seduzione so dare
 

Divento magica e sensuale

Sorriso e sguardo fatale
.Metà donna metà angelo.

Imprevedibile e fragile


Dolce come il miele
.Appassionata e audace
. Calda ma incredibilmente timida

.

Con un solo sguardo catturo l’anima,
Innamora, attira e seduce!


Essenza nella sua massima purezza!
Una donna con sentimenti
.

Che tutto ciò dà per amore

.

Nasconde il suo dolore
.Attraverso la sua bella risata
.Delicata come una rosa
.

Dura come una quercia

.Sentimentalmente romantica come poche!

Labbra sottilmente truccate.


Che invitano a dare quel bacio bramato!
Donna raffinata e delicata
.Con l’eleganza di una donna!

Testo originale in lingua spagnola di Graciela Bielsa de “Soy la misteriosa dama dè rojo” Testo adattato e tradotto in italiano: Claudio Ventodeldeserto Carnevali

***************************************

Cuanta seducción existe .
Mágica y enigmática
Sonrisa y mirada fatal
.Mitad mujer mitad ángel. Imprevista y frágil
.Dulce como la miel.
Apasionada y audaz
Atrevida e increíblemente tímida. Con una sola mirada suya ,
Enamora,atrae y seduce !
Esencia en su máxima pureza!
Una mujer con sentimientos
.Que todo lo da por amor. Sabe disimular su dolor
A través de su bella risa
Delicada como una rosa
Dura como un roble. Sentimental como pocas! Labios sutilmente maquillados
.Que invitan a dar ese beso anhelado!
Mujer exquisita y delicada
.Con la elegancia de una dama!

Turbolenze stabili

TURBOLENZE

Non basta un tuo semplice “ti amo”
Perché con questo puoi solo allievare una sofferenza,
ma tutte le tue azioni devono essere allineate alle parole che dici
oppure il cuore va in mille pezzi.

Invano potresti offrire una passione che può cessare
e lenire la mia mente turbata;
ma il tuo amore ricorda deve darmi la pace,
deve essere un qualcosa che possa ripristinarmi il riposo gioioso.

Ma se non riesco a sentire che il tuo calore che si muove
e non il tuo piacere a dare ardore,
non posso smettere di amarti,
io cesserò di vivere.

Testo: Claudio Ventodeldeserto Carnevali;

Foto: Google.

 

Tempeste

TEMPESTE

Lingue in circumnavigazione

turbinio di abbracci,

i sensi che si confondono

graffiano le profonde ferite aperte,

è l’apoteosi dell’anima.

Mare aperto in violenta passione,

i baci intensi che toccano occhi,

fronte e viso sono palpitazioni del momento.

Mi impadronisco di te

conquistando i tuoi seni,

mi deprimi la pelle con morsi laceranti,

aprendo il bosco incantato

ti vedo sfinita, naturale, semplice, mortale.

Marchiamo col sangue l’amplesso sogno

di orgasmici piaceri che lasciano turbamenti

da qui fino al scintillante fuoco dell’ossessione.

 

Testo: Claudio Ventodeldeserto Carnevali

Foto: Google