Memorie delle mie puttane tristi/Omaggio a Gabriel Garcia Marquez

MEMORIA DELLE MIE PUTTANE TRISTI

L’anno dei miei novant’anni decisi di regalarmi una notte d’amore folle con un’adolescente vergine. Mi ricordai di Rosa Cabarcas, la proprietaria di una casa clandestina che era solita avvertire i suoi buoni clienti quando aveva una novità disponibile. Non avevo mai ceduto a questa né ad altre tentazioni oscene, ma lei non credeva nella purezza dei miei principi. Anche la morale è una questione di tempo, diceva, con un sorriso maligno, te ne accorgerai. Era un pò più giovane di me e non avevo sue notizie.

Foto immagine: Google con modifica grafica di Claudio Ventodeldeserto

Testo: Gabriel Garcia Marquez (06.03.27-17.04.2014) dal libro “Memorie delle mie puttane tristi”

 

Appunti ribelli ovvero…sensazioni in corso

ME STESSO

Riprendendo uno scritto pubblicato ieri di San Agostino su Facebook, non dovrei inseguire le diverse specie di sette filosofiche che in realtà sono sette mediatiche, politiche e di massa mascherate da filosofi ma studiare e amare sempre di più…la sapienza da qualunque parte arrivi. Voglio acculturarmi della mia sapiente semplice ignoranza e andare avanti isolandomi delle brutal oscenità che senti roboar la vita.

Titolo, testo e foto modificata graficamente: Claudio Ventodeldeserto

Appunti ribelli ovvero scelta per amore

APPUNTI RIBELLI SCELTA PER AMORE

Il 28 giugno 1978 ci conoscemmo in una piccola discoteca dal nome “Villaggio della Fonte”. Galeotta fu la canzone di Battisti “Una donna per amico” che ballammo insieme e da quel giorno non ci lasciammo più ….
Il 7 Aprile del 1979 ci sposammo, io poco più che diciottenne e tu amore poco più che ventenne … Oggi ricorre il nostro trentacinquesimo anniversario di matrimonio, abbiamo avuto una vita bella, ricca di amore, due figli meravigliosi e conosciuto sul nostro cammino tante persone speciali che ci hanno voluto bene ed a cui abbiamo voluto bene ed ancora è così. Abbiamo superato montagne, sovrastato calmi mari sempre insieme, nelle avversità che abbiamo incontrato abbiamo lottato uniti come guerrieri e sempre vinto. Ora da un anno e qualche mese un grosso ostacolo si è ripresentato, ti sei ammalato di sla, quindi nuovamente è mutato il nostro cammino, e in questo nuovo percorso continueremo a camminare insieme imparando un diverso modo di vivere la vita, il nostro amore non verrà meno anzi sarà rinforzato da questa prova. Anche in questo frangente abbiamo trovato tante persone che ci sono vicine e ci vogliono bene, i nostri figli coi loro compagni di vita, Debora un angelo mandato da Dio la mia e la tua famiglia e tutti ma proprio tutti amici vecchi e nuovi che ci danno forza e voglia di vivere. Mi è stata detta una cosa meravigliosa da Debora, visto che stamattina ero contenta ma anche triste ed è una verità assoluta, che il più bel regalo che ho ricevuto per il nostro anniversario è il Tempo, si altro tempo per stare con te amore, mentre pochi mesi fa sembrava stesse per finire …. ma la vita e Dio ci hanno fatto questo dono mi riprometto di usarlo al meglio. Ti amo e ti amerò sempre ed oltre il sempre. Grazie amore per avermi scelto!

 

Immagine:Google

Testo: Lorenza Biga

Legamenti d’amore

Legamenti d'amore

Convintamente, è stato un passo troppo grande,
sinuosità strane, qualcosa è mancato,
un contatto fisico progressivo, un volo radente di gabbiano.
Vorrei costruire quel tassello che manca,
in modo che si possa arrivare alle pareti delle labbra,
che possa parlare di anime concatenate tra loro.
Spero che ci sia ancora una alterna occasione
per sentirsi ancor più noi,
credo che sarebbe bello e rilassante
contatti ineluttabili che facciano star bene.
Nuvole che mai si agitano,
nelle fronde delle passioni.

Testo: Claudio Ventodeldeserto

Fotoimmagine: Google, modificata graficamente da Claudio Ventodeldeserto