Fantasie

Mi appari tremendamente ombra remota,

irraggiungibile, assente eppure sento in percezione

il tuo calore che si impone violando il sistema sferico

della mia anima.

Immaginarie linee facciali di sguardo delittuoso

si perdono nei deserti del Nadir,

e accuso le tue gioie preponderanti e volumetriche

che eccitando tramortiscono.

Riesci a far cambiare questo correre del destino

in cerca della sagoma morbida di sogno ancestrale lavanda

che mi accomuna a non voler errare ancora.

Claudio Ventodeldeserto

Inedito del 02.04.2012