Questi sono i nostri eroi,gli altri sono di merda.

Per qualcuno che fino al 1992 era nelle mani in pasta con la mafia e che per non farsi processare si è dato come rifugiato politico il suo ripetuto mito ed  “eroe” del cuore si chiama Vittorio Mangano.Un bravo ragazzo che era semplicemente  un criminale pluriomicida legato a Cosa Nostra conosciuto come lo stalliere di Arcore per la sua “onesta” attività che svolgeva presso la villa del premier attuale S.B. e poi condannato in quel maxiprocesso a Palermo intentato da quei tiranni di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. Lui si che era duro e puro, un’ altro al suo posto non avrebbe resistito. Penso che anche la merda fresca col passare dei giorni si rinsecchisce ma resiste come un quadro astratto e si indurisce.

Nel nostro immaginario invece ci sono gli eroi veri quelli del video sopra specialmente quelli che scorrono nel tragico rullo finale con tanto di date e luoghi dove ci hanno rimesso la vita,dove la coscienza civile vigila, dove la vergogna non finisce mai di scorrere, dove gli insulti e le offese che tanti “mangiapani” a tradimenti vengono dati a suon di ordine  come faceva il vecchio Vito Corleone nel suo “Padrino”. Questi sono i volti, questi sono anche i nostri drammi. E i nostri eroi, tutto il resto sono solo ammassi informi di merda.

C.C.